Science Center di Città della Scienza

 

Vulcanica per Bagnoli
Il progetto che proponiamo di sviluppare non dimentica il nodo gordiano della ricostruzione di Città della Scienza: “dov’era” per confermare il luogo della costruzione o “a monte” per liberare la spiaggia? 
Dunque i temi della interazione e della versatilità, richiesti dal bando, diventano qui il carattere proprio della nostra proposta tesa ad armonizzare il nuovo progetto con il sistema urbano, e politico, complesso e articolato, pubblico e privato. Noi proponiamo un Museo Temporaneo, come è la vita, calato nei ruderi della grande fabbrica borbonica dell’800, orgogliosi testimoni del drammatico incendio del 4 marzo 2013 e memoria da salvaguardare del passato industriale dei luoghi. Una composizione di elementi prefabbricati, utilizzati come nuovi mattoni della costruzione, facilmente montabili e smontabili, i container, fortemente simbolici del riciclo e della sostenibilità nonché dell’appartenenza al mare, giustapposti, come quando da bambini si giocava con le costruzioni, secondo il ritmo originale scandito dalle strutture della vecchia fabbrica, costituiscono i nuovi spazi museali richiesti, flessibili a tal punto da consentirne il continuo rinnovamento, pronti ad adeguarsi al mutare e all’evoluzione dei luoghi.

2015, Naples

1/1